"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - - Next Page: Dupressa | Previous Page: uce


 źźare


significato in italiano: alzare, sollevare, aumentare, conservare, mettere da parte; (con costruzione pronominale) alzarsi dal letto.
etimologia: da un verisimile latino volgare "*alti
āre", a sua volta derivato dall'aggettivo "altus".
note: con l'affricata alveolare sonora - ausiliare "ire" - verbo aferetico:

    • indicativo presente: aźźu, aźźi, aźźa, źźamu, źźati, aźźene
    • imperativo: aźźa, źźati
    • in tutti gli altri modi e tempi: le voci sono formate esclusivamente dalla radice "źź-".
      Modi di dire:
    • "źźare la capu": diventare irrequieto, ribelle;
    • "zzare manu": terminare di lavorare;
    • "źźare taula": sparecchiare la tavola;
    • "źźare la uce": alzare la voce, reclamare i propri diritti.

esempi:

    • Aźźa la radiu.
      Aumenta il volume della radio.
    • Tocca mpari cu aźźi la uce.
      Devi imparare a farti rispettare.
    • Sti sordi li źźamu pe llu cisà.
      Questo denaro lo conserviamo per qualche imprevisto.

sinonimi, generici, analoghi: ausare, ntisare, sullivare, cunzervare, ncarire, aumentare, salire.

contrari, antonimi, inversi:bbašciare, calare, mmarcatire, catire, scuppare, minare, jentulare, sprecare, curcare, mmasunare, scunucchiare, šcinucchiare, catire, scuppare.


A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z



"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - - Next Page: Dupressa | Previous Page: uce


Notebook exported on Wednesday, 28 September 2011, 15:56:07 PM ora legale Europa Occidentale