"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - - Next Page: presciare | Previous Page: dulore


 dulire


significato in italiano: (con soggetto la cosa) dolere, far male; (con soggetto la persona e costruzione pronominale) provare forte dispiacere, provare dolore fisico o morale.
etimologia: dal verbo latino "dol
ēre", stessi significati.
note: verbo bitematico - ausiliare "ire"

    • indicativo presente: doju, doli, dole, dulimu, duliti, ḍlene
    • imperativo : doli, duliti
    • passato remoto: dulei o dosi, dulisti, duĺu o dose, dulemme, dulistive, dulera o ḍsera
    • congiuntivo presente: doju, doli, doja, dulimu, duliti, dojane
    • in tutti gli altri modi e tempi le varie voci si formano esclusivamente dal tema "dul-".

varianti: dolire, tulire

esempi:

    • (detto) Ciuveḍḍi dice "ai" se nu sse dole.
      Nessuno si lamenta se non prova dolore.
    • Sulu nna mamma se ne dole sempre se vide ca lu fiju nu sta bbonu.
      Solo una madre si duole sempre se vede che il figlio non sta bene.
    • Me ḍlene tutte l'osse.
      Ho tutte le ossa indolenzite.
    • Te dole lu core cu vviti tantu minamentu.
      Si prova tantissimo dispiacere a vedere tanto spreco.

sinonimi o termini collegati: cusṭrubbare, mbilinare.

contrari: presciare.


A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z



"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - - Next Page: presciare | Previous Page: dulore


Notebook exported on Wednesday, 28 September 2011, 15:56:07 PM ora legale Europa Occidentale