"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - Next Page: cacciata | Previous Page: cacchiame


 cacciare


significato in italiano: andare a caccia, dare la caccia; mandare via; mettere fuori, offrire; creare, inventare, mettere in giro; ottenere, raggiungere il proprio scopo; (detto di piante) germogliare, (preceduto dal pronome "ne") ammortizzare una spesa, riuscire a recuperare la spesa sostenuta per l'esecuzione di un lavoro.
etimologia: da un probabile latino volgare "*capti
āre", a sua volta derivato da "capĕre": prendere.
note: coniugazione regolare - ausiliare "ire". In altre località salentine il termine assume anche il significato di "entrarci, poter essere contenuto".
Modi di dire:


esempi:

    • Cu quiḍḍu ca sta mme dai tie, nu nne cacciu mancu li sordi de la tinta.
      Con quello che mi stai pagando tu, non riesco ad ammortizzare neanche la spesa per la tinta.
    • È inutile ca te stizzi: cu mmie nu nne cacci propriu gnenti.
      È inutile che ti arrabbi: con me non la spunti.

       

sinonimi, generici, analoghi: vvintare, cchiare, ṭruare, cimare, fijolare, ntaḍḍare, scattunare.

contrari, antonimi, inversi: ccucciare, nfurnare, siccare, nfilare.




A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z



"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - Next Page: cacciata | Previous Page: cacchiame


Notebook exported on Wednesday, 17 June 2015, 20:09:33 PM ora legale Europa Occidentale