"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - Next Page: ncofinare 1 | Previous Page: nciratu


 nci¨rita


significato in italiano: soprannome.
etimologia: dal latino "iniur
ĭa(m)": offesa, oltraggio.
note: La "nciurita" era particolarmente diffusa nel mondo contadino e costituiva un modo immediato, ancor pi¨ del cognome, che quasi sempre sostituiva, per l'identificazione della persona in una realtÓ sociale costituita da rapporti diretti e quotidiani. "Cacciata", cioŔ inventata ed affibbiata da un singolo, veniva fatta propria dall'intera comunitÓ. Se all'inizio il soprannome poteva avere un carattere canzonatorio perchÚ stigmatizzava un tratto somatico ("nasca", "nasidecane", "ricchilebbre", "cuja" ) o caratteriale ("sacara", "giuta", "forficicchia"), in seguito perdeva ogni valenza negativa e, esteso dal singolo all'intera famiglia, veniva facilmente tollerato ed adottato dallo stesso destinatario. Le "nci¨rite" potevano, inoltre, riguardare il paese d'origine della persona ("pusciardisu": di Poggiardo, "tujesu": di Tuglie, "calatinese": di Galatina), il lavoro svolto dal capofamiglia ("furnaru", "furgularu"), il nome, soprattutto quando questo era insolito, del padre o della madre ("stefinu", "de la Ntinisca", "mante") o essere una deformazione dello stesso cognome ("marascheḍḍu"). Le "ncýurite" di natura eponima inizialmente erano espresse nella forma del complemento di appartenenza ("de lu...", "de la..."), col passare del tempo venivano formulate con la semplice apposizione del nome da cui avevano avuto origine ("ntinisca"). Poteva, inoltre, avvenire che, in seguito ad un evento o ad una circostanza, a qualche persona fosse attribuito un soprannome nuovo, diverso da quello della sua famiglia: la nuova "nci¨rita" veniva attribuita anche a quelli che nascevano dopo, per cui si verificava che i fratelli minori fossero identificati con un soprannome diverso da quello del genitore e dei fratelli maggiori. La diffusione e la persistenza del soprannome, ovviamente, dipendeva dalla consistenza della "rrazza", ossia del gruppo di famiglie unite fra di loro da rapporto di parentela, per cui, mentre alcune "nci¨rite" sono scomparse, altre esistono tuttora e sono abbastanza diffuse.



varianti: ngi¨rita (in altre localitÓ)




A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z



"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - Next Page: ncofinare 1 | Previous Page: nciratu


Notebook exported on Monday, 18 April 2011, 21:42:44 PM ora legale Europa Occidentale