"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - Next Page: paratisu | Previous Page: parapatta


 parare


significato in italiano: (transitivo) parare, schivare, porre rimedio; addobbare con le luminarie, ornare, vestire in modo vistoso; (nello sport, detto del portiere) bloccare, fermare la palla; (intransitivo) andare a finire (anche in senso figurato).
etimologia: dal verbo latino "par
āre": apparecchiare, preparare.
note: coniugazione regolare - ausiliare "ire" con i significati transitivi, "essere" con quelli intransitivi.


esempi:

    • E mmenumale ca nci simu nui cu lli paramu tutti li corpi!
      E per fortuna ci siamo noi a risolvere tutti i suoi problemi!
    • Ónnu parata tutta la chiazza de lu paese.
      Hanno addobbato con le luminarie tutta la piazza del paese.
    • Ónnu sbajata la via e su pparati a ParÓbbita.
      Hanno sbagliato strada e sono andati a finire a Parabita.
    • Cu ttutte ste spese stu mese nu ssacciu aḍḍu sciamu pparamu.
      Con tutte queste spese questo mese non so dove andremo a finire.

sinonimi, generici, analoghi: urnare, bbandierare, spicciare.

                                        IL CARTACEO

                                         


A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z



"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - Next Page: paratisu | Previous Page: parapatta


Notebook exported on Sunday, 18 January 2015, 18:06:35 PM ora solare Europa Occidentale