"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - Next Page: maccaluru | Previous Page: macaru


 maccafave


significato in italiano: (femminile, invariabile) specie di frittata ottenuta utilizzando gli avanzi della farina usata per la frittura del pesce ed impastata con acqua ed un pizzico di sale; (con l'articolo maschile o femminile in rapporto al sesso della persona) individuo debole, pigro ed incapace.
etimologia: dal tardo latino "maccum", specie di focaccia, e "fave" (fave). Per il secondo dei due significati, si potrebbe pensare ad una contaminazione con il verbo greco "μακκοάω" (makkoąo) (da cui il nome della maschera plautina "Maccus"): stare come uno stupido.
note: Il termine richiama da vicino il "maccu di favi", un piatto tipico siciliano preparato con fave secche decorticate e passate al setaccio (un po' come le nostre "fave nette"), ma con il quale la "maccafave" non ha nulla in comune: essa era caratteristica della cucina povera dell'antica societą contadina, nella quale nulla poteva andare sprecato. Ci sfuggono le ragioni della presenza del termine "fave", a meno che non si immagini, ipotesi forse non peregrina, che in tempi ancora pił lontani il pesce fosse fritto con la farina di detto legume. Il significato del lemma sarebbe, pertanto, "focaccia (di farina) di fave".
Ma, forse meglio, si potrebbe pensare che ci troviamo davanti ad una deformazione di un originario "mmaccafame", mettendolo in relazione con il veneto "macafame" o "maccafame" (una preparazione solitamente dolce, tipica della zona di Vicenza, a base di ingredienti "poveri" come pane raffermo, latte, uova e miele) o con l'abruzzese "mazzafame" ("li mazzafame", con cui si indicano delle frittelle preparate con sola acqua, farina e sale). Sia l'uno che gli altri sono, come si vede, cosa diversa dalla "maccafave", ma con essa condividevano l'esigenza primaria e pił problematica di un ambiente rurale indigente, quella di trovare modi semplici e a buon mercato per "ammaccare", "ammazzare" la fame.


varianti: mmaccafave

esempi:

    • Cce maccafave! Nu ssape fface gnenti!
      Che inetto! Non sa fare nulla!
    • Cu sta farina, l'ou e stozzi de pesce rrimasti facimu nna maccafave.
      Con questa farina, uovo e frammenti di pesce avanzati facciamo una frittata.

sinonimi, generici, analoghi: cardalana, mpaci, pampasciune, ngai, pappafiche, ucchipertu, vacamefave, cacafave.

contrari, antonimi, inversi:sbeju, sbertu, valente.


A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z



"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - Next Page: maccaluru | Previous Page: macaru


Notebook exported on Friday, 17 January 2020, 18:26:31 PM ora solare Europa Occidentale