"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - Next Page: casu 1 | Previous Page: Castru


 castýmita


significato in italiano: bestemmia, maledizione, giuramento.
etimologia: dal verbo "castimare".
note: la "castýmita" pu˛ riguardare:

    • Dio, la Madonna, i Santi (bestemmia):
      epiteti ed imprecazioni: "mannaggia", "porcu", "buttana" ecc.;
    • le altre persone (maledizione):
      imprecazioni: "ci cu nu ppozza mai ire bbene" (che non possa avere mai bene), "ci cu aggia nu bbuttu de sangu" (che possa avere un'emorragia), "ci cu lli cate nu f¨rmine aḍḍunca stave" (che lo colpisca un fulmine lÓ dove si trova in questo momento) ecc.;
    • se stessi (giuramento):
      formule: "ci cu nu ppozzu ssire de cquai" (che io non possa uscire di qua), "ci cu mm˛riu moi" (che io possa morire all'istante), "ci cu nu pozzu vitire de nuḍḍu ˛cchiu" (che io non possa vedere di nessun occhio), "ci cu nu ppozzu vitire li fiji mei" (che io non possa vedere i miei figli), ecc.

sinonimi, generici, analoghi: maletizzione, maluriu, mprecazzione.

contrari, antonimi, inversi:benetizzione, prechera, s¨pprica, orazzione, aucuriu.

                                        IL CARTACEO

                                         


A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z



"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - Next Page: casu 1 | Previous Page: Castru


Notebook exported on Monday, 18 April 2011, 21:42:44 PM ora legale Europa Occidentale