"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano",  di Giuseppe Presicce - Next Page: CUN - CUZ | Previous Page: P


 pila


significato in italiano: lavatoio, abbeveratoio.
etimologia: dal latino "pila(m)": mortaio, tinozza.
note: ricavata da un unico blocco di pietra, la "pila" costituiva un utensile immancabile nelle case della antica civiltÓ contadina. Di solito situata nel cortile, serviva per una molteplicitÓ di funzioni: come vasca per il bucato, come tinozza per il bagno, come abbeveratoio per le bestie.

    • "pilune" (accrescitivo): grande vasca monolitica presente negli orti accanto ad un pozzo ed utilizzata come deposito temporaneo dell'acqua per l'irrigazione.
    • "pileḍḍa" (diminutivo, con l'occlusiva retroflessa sonora): vasca in pietra di pi¨ piccole dimensioni, trogolo.

 

esempi:

  • (detto) L'avaru se sonna li sordi, lu porcu la pileḍḍa.

    L'avaro sogna i soldi, il maiale i trogoli.

 

 

sinonimi, generici, analoghi: pilacciu, vasca.

                                        IL CARTACEO

                                         


A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z



"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano",  di Giuseppe Presicce - Next Page: CUN - CUZ | Previous Page: P


Notebook exported on Tuesday, 31 May 2011, 16:59:24 PM ora legale Europa Occidentale