"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - - Next Page: cannila | Previous Page: custotia


 crazzia 1


significato in italiano: grazia, evento miracoloso; fascino, avvenenza, finezza, gentilezza.
etimologia: dal latino "grat
ĭa(m)": favore, eleganza ecc.
note: con l'affricata alveolare sorda.

    • "Matonna de le crazzie": madonna delle grazie
    • "crazzie!": (interiezione) grazie!
    • "crazzie a...(mie, tie, iḍḍu ecc.): grazie a...(me, te, lui ecc...)

Modi di dire:

    • "stare an crazzia (oppure: ngrazzia) de Ddiu": essere in una situazione di tranquillitą psico-fisica

    • "fore de la crazzia de Ddiu": (locuzione aggettivale) detto di chi č molto irritato, furibondo.

varianti: (in altre localitą) razzia

 

esempi:

    • Sant'Antoni meu, famme na crazzia!
      Sant'Antonio mio, fammi una grazia!
    • Santa Duminica l'ave fatta la crazzia.
      Santa Domenica lo ha miracolato.

sinonimi, generici, analoghi: cundonu, perdunu, ndurtu, mirąculu, vintura, furtuna, signurilitą, nobbiltą, elecanza.

contrari, antonimi, inversi: disaggiu, discrazzia, disdetta, sbentura, ṭribbulazzione, scatafašcģu, scašcģu, šciacura, spacelu, terrabbģliu, prisuttu, cazzunculu, rapesta, stangata, cafunąggine, maṭrialitą, bassezza.

                                        IL CARTACEO

                                         


A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z



"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - - Next Page: cannila | Previous Page: custotia


Notebook exported on Wednesday, 28 September 2011, 15:56:07 PM ora legale Europa Occidentale