"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - - Next Page: cŘÓre | Previous Page: cu 1


 cu 2


significato in italiano: (congiunzione) che, affinchÚ, se, quando.
etimologia: dal latino "quod": perchŔ, che (nel latino postclassico).
note: questa congiunzione, che pu˛ anche essere sottintesa, introduce proposizioni:

    • finali
    • condizionali
    • temporali (per esempio, nella locuzione "prima cu": prima che)
    • soggettive
    • oggettive con i verbi che indicano esortazione, speranza, augurio, desiderio, volontÓ, ordine
    • indipendenti di tipo esortativo, iussivo, ottativo.
      Spesso, soprattutto nelle formule di giuramento, Ŕ preceduta dalla particella "ci".

esempi:

    • A dittu la mamma cu bbeni.
      La mamma ha detto che tu venga.
    • Su vvinutu cu tte visciu.
      Son venuto a vederti.
    • Oju cu vvau moi.
      Voglio andare adesso.
    • Speramu cu ttorna mprima.
      Speriamo torni presto.
    • Ci cu lli vegna nu toccu!
      Che gli venga un accidente.
    • Ci cu mmoriu moi!
      Che io possa morire in questo momento!

                                        IL CARTACEO

                                         


A B C D E F G I J L M N O P Q R S T U V Z



"Il dialetto salentino come si parla a Scorrano", di Giuseppe Presicce - - Next Page: cŘÓre | Previous Page: cu 1


Notebook exported on Monday, 19 September 2011, 21:55:00 PM ora legale Europa Occidentale