AGGETTIVI DIMOSTRATIVI


Nel dialetto salentino si hanno soltanto due aggettivi dimostrativi che trovano i loro corrispondenti nell'italiano "questo" e "quello". Non si ha, pertanto, un aggettivo specifico per indicare una persona lontana da chi parla e vicina a chi ascolta (in italiano "codesto). Tutto quello che lontano da chi parla, pertanto, viene individuato con l'aggettivo "ḍḍu" (o "quiḍḍu") (con l'occlusiva retroflessa sonora), senza tenere conto della sua collocazione rispetto a chi ascolta.

 

SINGOLARE

PLURALE

  maschile femminile maschile femminile
questo stu (quistu) sta (quista) sti (quisti) ste (quiste)
quello ḍḍu (quiḍḍu) ḍḍa (quiḍḍa) ḍḍi (quiḍḍi) ḍḍe (quiḍḍe)

Nota: le forme abbreviate sono normalmente preferite a quelle integrali le quali, pertanto, hanno un uso poco ricorrente.

esempi

ḍḍu fiju (preferito a "quiḍḍu fiju"): quel figlio

ste case (preferito a "quiste case"): queste case



Torna all'indice

Vai al vocabolario